I miei racconti … insoliti! … di tutto di più!



Cos’è la felicità?

Cos’è la felicità?
Me lo sono chiesto mille volte e mille volte ho dato  risposte diverse.
La felicità è alzarsi alla mattina, ricevere un bacio dalla persona che ami.
Affacciarti alla finestra ammirare il sorgere del sole, o più semplicemente annusare a pieni polmoni l’odore acre della terra bagnata da una leggera pioggia.
Il suono delle campane a festa.
Un arcobaleno dopo un fragoroso temporale.
Un discorso incomprensibile di un bimbo in fasce che non sa parlare.
Una telefonata inaspettata di un amico di cui non hai notizie da molto tempo.
Il sorriso dei miei figli.
Cose semplici. Sono  le cose semplici che mi rendono felice.

Ci sono però momenti in cui non riesco ad essere felice.
Ho pensieri per la testa, pensieri, brutti pensieri. Sono i giorni che precedono le visite di follow-up di Paolo.
Per lui è tutto così normale o la sua “maschera” nasconde le sue ansie per non preoccuparci?
In questi giorni proprio non riesco ad essere felice, mi sforzo per un sorriso ma proprio non ci riesco.
Attendiamo seduti il nostro turno per la visita in ospedale. Lastra al polmone. Ancora una verifica. Stringo tra le mani la catenina che Paolo porta al collo. Raffigura un angelo. Lo prego. Tra poco quella luce rossa sopra la porta bianca si illuminerà. Raggi X.

Ora inizia l’attesa, quanto bisognerà aspettare prima di essere nuovamente felici?
Ore, molte ore … non c’è nulla che mi rende felice ora. Aspettare, aspettare, sono pronto a tutto.
È passato un giorno e niente ancora, niente. Telefono in ospedale per sollecitare per rompere questa attesa. Non sono felice ora.
Mi risponde una voce scontrosa, lunatica, fredda, distaccata di chi è abituato a vedere al di la di un vetro solo le sofferenze di bimbi pelati in attesa di essere attaccati ai tubicini della chemio. Insisto perché si informi. Insisto. Non è facile convincere una persona scontrosa.  Minuti che non passano.  La musica d’attesa è insopportabile. Con la stessa freddezza mi dice che è tutto ok. Mi saluta glaciale. Resto col telefono attaccato all’orecchio. Non so se ridere o piangere dalla felicità.
Paolo è a scuola, vorrei chiamarlo, vorrei urlargli che tutto ok. Ma non posso. Posso solo avvisarlo con un sms “freddo”. Sono anch’io come la centralinista?
Vorrei abbracciare la mia famiglia per essere nuovamente felice, lo farò questa sera quando tornerò a casa.
Mi guardo attorno, sono in macchina solo, sono per lavoro in città, guido in mezzo a traffico, sono in trance.
Voglio vedere il sorriso dei miei figli.
Voglio un bacio da mia moglie.
Voglio che tutti sappiano che Paolo sta bene.
Vorrei passeggiare in riva la mare.
Vorrei annusare il profumo di una rosa.
Vorrei ammirare i colori di una farfalla variopinta.
Vorrei cose semplici, vorrei cose che mi rendano felice.
E per voi cos’è la felicità?

254116_1748780325250_1411106533_31425331_1316714_n




Commenti

  1.    1 katia says:

    Anche per me la felicità sta nelle piccole cose, cose quotidiane… lo è dal 2004 quando ho pensato di “morire” e invece ho avuto solo un ictus al cervello…. avevo 28 anni.
    vedevo mio marito soffrire e stavo male per lui, e pensavo a tutte le cose che non avevo ancora fatto… ora le ho fatte, sto bene!
    non è paragonabile al dolore di Paolo o a quello di voi genitori ma a me mi ha cambiato la vita..
    ciao Paolo
    in bocca al lupo per tutto.
    ka

    Posted 6 Febbraio 2012, 22:56
  2.    2 gabriella says:

    Paolo come stai? Continua l’avventura in nazionale? Spero di sì. Se possibile fai avere tue notizie penso di poter dire che siamo in tanti ad attenderle.

    Posted 31 Gennaio 2012, 14:47
  3.    3 prestiti on line says:

    Felicità e pensare ai miei e sapere che stanno bene, guardarmi allo specchio e sorridere perchè di motivi ce ne sono tanti, le piccole cose (come hai detto te) sono quelle che ci rendono felici. Sara M.

    Posted 28 Dicembre 2011, 11:56
  4.    4 Gabriella says:

    Sig. Crespi mi fa piacere sapere che i controlli sono andati bene e vi auguro di tutto cuore che vadano sempre bene. Mi sono piaciute molto le sue parole sulla felicità dovremmo farne tesoro tutti perchè in effetti la felicità possiamo trovarla proprio nelle piccole cose che ci circondano tutti i giorni… ma non siamo capaci di accorgerci di questa fortuna.
    Da questo blog vorrei dire coraggio anche a Cristina e a mamma ro per la prova che sono chiamate a vivere non è facile ma non disperate, non perdete la speranza.
    Un abbraccio a tutti voi.

    Posted 29 Giugno 2011, 07:51
  5.    5 alberto says:

    Felicità è sapere di essere in salute. Felicità è vivere assieme ai propri familiari. Avanti cosi Paolino! Un abbraccio, alberto

    Posted 27 Giugno 2011, 15:52
  6.    6 Paolo says:

    Felicità è (anche) la conferma di amici sconosciuti che ti sostengono …

    Posted 22 Giugno 2011, 20:09
  7.    7 Michela says:

    Felicità è (anche) capitare dopo qualche tempo nel blog del mio scrittore preferito (tale Paolino Crespi), chiedendomi “chissà come sta”, e scoprire da un post di suo padre che va tutto bene.

    Una dei tanti sconosciuti che vi seguono con affetto

    Posted 21 Giugno 2011, 11:16
  8.    8 laura says:

    Dopo tanti giorni di visite quotidiane senza trovare novità (per tanti motivi non sono su Facebook), per qualche tempo non sono riuscita a passare da qui…ed eccovi! Tra l’altro con imperdonabile ritardo mando tanti auguri a Paolino per il suo compleanno ormai trascorso….e io non dovevo dimenticarmelo, perchè lo stesso giorno è anche il mio!!! Compivo solo QUALCHE anno di più… :-)
    Sono lieta che i controlli vadano bene, e vorrei dirlo con tanto calore da scaldare anche la centralinista, che magari ne ha bisogno anche lei. Mando un abbraccio anche a tutti quelli che trovo qui nei commenti e che condividono con Paolo un percorso di cura…Dio vi benedica tutti e vi dia tanta forza!
    A presto!
    laura

    Posted 17 Giugno 2011, 16:58
  9.    9 Paolo says:

    “ti stimo … famiglia” … :-)

    Posted 14 Giugno 2011, 20:30
  10.    10 cristina says:

    ho letto il libro di paolo, riesco ora in occasione del 4¤ ciclo di chemio, ancora 6 ne mancano, a visitare il blog e, come per il libro, ad ammirare il vostro ottimismo e la forza che vi date a vicenda. Mio figlio Luca ha quasi nove anni, da 3 gli hanno diagnosticato un glioma al chiasma ottico e dal marzo scorso abbiamo iniziato la chemio. Talvolta l’adulto sembra lui e la cosa più difficile è essere sereni anche quando hai il cuore a fette. Sentiamo la vita in stand-by mentre invece lui cresce, va a scuola (epidemie permettendo), gioca, fa sport, va al mare, sta bene come prima della chemio. Ironia della sorte è stato difficile iniziare la chemio senza sintomi ma solo sulla base di un campo visivo. Cerco di apprezzare il tempo buono, di farne tesoro x le giornate di ospedale e quelle successive in cui ‘vita normale’ è un concetto balordo. Un abbraccio a tutti voi e un cinque a titan paul…’ti stimo fratello!’ cristina, luca e marcello

    Posted 14 Giugno 2011, 20:05
  11.    11 mamma ro says:

    Grazie tante signor Crespi per la sua iniezione di speranza e fiducia. Ha ragione è difficile, tanto difficile affrontare tutto questo e non le nascondo che vi sono giorni in cui le ansie mi assalgono e inizio a sragionare…..ma da oggi farò mio il vostro motto. Grazie . A presto

    Posted 7 Giugno 2011, 13:13
  12.    12 Pierre Crespi says:

    Cara Rosanna, mi rattrista sapere che il tuo piccolo sta vivendo dei momenti non particolarmente felici. Le uniche cose che mi sento di dire sono le parole che ho imparato da quello zucone di mio figlio Paolo. NON MOLLARE MAI e SMILE TO LIFE. Un altro consiglio, vivi intensamente questi momenti e cerca di trovare SEMPRE il lato positivo della cose. Magari sará difficile, ma da qualche parte c’è! Ci deve essere per forza, sará la benzina per continuare a far girare il motore della SPETANZA. Quella non deve mai mancare. Sorridi sempre a tuo figlio non farti vedere triste o preoccupata. Tu sei la sua certezza il suo punto di riferimento, certo è piccolo e non capirá proprio tutto. Ma un giorno, quando tutto sará finito, potri spiegargli quanto siete stati coraggiosi ad affrpntare questo momento non semplice. Un caloroso abbraccio e un grossissimi in bocca al lupo. Mai … non mollare MAI!

    Posted 7 Giugno 2011, 12:28
  13.    13 Anonimo says:

    Mamma Ro, pur non conoscendoti pregherò x te e famiglia. Sperando sempre in un futuro migliore. Un abbraccione!

    Posted 6 Giugno 2011, 22:43
  14.    14 Sara says:

    La felicità è la vita… La felicità è l’amore… e soprattutto è tutto quello che hai scritto…
    Grazie per le buone notizie… Sono felice per voi.

    Posted 6 Giugno 2011, 18:51
  15.    15 mamma ro says:

    Carissimo signor Crespi ,sono una mamma che da anni segue la storia di Paolo e da sempre ho cercato di capire il vostro dolore, ho pianto leggendo il vostro blog e ho tirato sospiri di sollievo leggendo le buone notizie. Mi sono sempre chiesta dove trovavate il coraggio di affrontare tutto e mi è sempre piaciuta la serenità che traspariva dalle vostre foto. Bene ora sono (precisamente da 5 mesi) una mamma COME VOI …..ora posso capire VERAMENTE il dolore che trafigge il cuore quando il medico sentenzia……ora sono diventata una mamma dalle ” lacrime asciutte” che per il bene del proprio cucciolo ,che ha solo 4 anni, deve sorridere sempre e tener dentro quelle lacrime che vorrebbero sgorgare ad ogni abbraccio….ora le posso dire che per me la felicità è gioire di ogni suo piccolo sorriso e dei brevi momenti di serenità che la mia famiglia può vivere.

    Posted 6 Giugno 2011, 16:20
  16.    16 Anonimo says:

    Per noi la felicità sta anche nel ricevere queste notizie! Bene così, un abbraccio, ringraziando sempre il buon Dio.

    Posted 5 Giugno 2011, 20:08
  17.    17 Mina says:

    La felicità….sapere che un ragazzo “speciale” stà bene. La semplicità delle cose inaspettate…il sorriso di un bambino tutto per te….
    Grazie Pier perchè sai sempre toccare le corde del cuore!!
    Un abbraccio affettuoso e un bacio a tutti. Mina

    Posted 5 Giugno 2011, 16:16
  18.    18 Antonella says:

    Finalmente arrivano notizie. Le ho attese per molto tempo. Anche se non ho mai scritto, il Paolino lo seguo ormai da “anni.”Sono mamma anche io e posso immaginare la disperazione. Io auguro tanta serenità alla vostra splendida famiglia.
    Antonella

    Posted 5 Giugno 2011, 00:22
  19.    19 Alfio & Co. says:

    La felicità varia a seconda delle circostanze…. ora è sapere che un amico è felice perchè è più sollevato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Alfio & Co.

    Posted 4 Giugno 2011, 19:57