I miei racconti … insoliti! … di tutto di più!



Cari amici di Make-A-Wish …

Cari amici di Make-A-Wish,

vi scrivo per ringraziarvi infinitamente per la bellissima sorpresa che mi avete fatto durante una partita della mia squadra del cuore, la Cimberio Basket Varese.

Sono abituato ai “tiri mancini” di papà e quando quella sera lo speaker mi ha chiamato sul parquet all’intervallo tra il secondo e il terzo quarto in mezzo a tutta quella gente che gremiva gli spalti per la partita, oltre 4.000 persone, ho pensato ai suoi soliti scherzi!

Me lo sono mangiato con gli occhi e sono andato al centro del campo, con le gambe che mi tremavano un po’.

Ho pensato che avrei dovuto tirare a canestro per vincere il solito viaggio messo in palio dallo sponsor di turno  … e invece … all’improvviso ho visto sbucare dal tunnel che porta negli spogliatoi una splendida carrozzina da gara, blu con i palloncini attaccati, spinta niente di meno che dal “Poz” e da “Cecco” Vescovi.

La “monovolume” che desideravo, quella che mi permetterà di tornare a giocare a basket, lo sport che ho amato e che continuerò ad amare per sempre. Basket in carrozzina, ma pur sempre basket. È in titanio proprio come la mia protesi al ginocchio, quella che mi hanno impiantato dopo una diagnosi di osteosarcoma.

Ci sono voluto salire subito su quella meraviglia, non ho saputo aspettare, non vedevo l’ora di spingere su quelle ruote per sfrecciare veloce con la palla in mano e andare a canestro.

E’ stata una serata meravigliosa ricca di emozioni, quelle vere, quelle che grazie a voi ho potuto vivere in quella splendida serata.

Ora che i meccanici della Briantea84, la società per cui gioco, hanno messo a punto il “bolide” ho potuto finalmente giocare una gara di campionato. Con la mia nuova carrozzina superleggera sfreccio velocissimo, mi muovo con agilità zigzagando in mezzo al campo, driblando gli avversari, anche quelli più ostici. Nella mia prima partita con la nuova “carrozza”, quel pomeriggio a Torino, ero talmente gasato che  sono riuscito addirittura a fare 14 punti.

Sono veramente felice!

Ringrazio la Make A Wisch e in particolare Barbara e Valeria che con papà hanno organizzato la splendida sorpresa. Ringrazio Cecco Vescovi e Pozzecco per la loro disponibilità. Ringrazio anche Manuela Crivellaro del Ponte del Sorriso che ha voluto condividere questa bellissima giornata.

Grazie ancora di cuore vi voglio bene.

Paolo, il Titan, Crespi

IMG_6182

Care Valeria e Barbara,

in questi ultimi anni, l’esperienza della malattia di Paolo, ci ha permesso di conoscere persone splendide e vivere emozioni eccezionali. Tra queste persone abbiamo aggiunto anche voi.

Continuate così ragazze, il vostro lavoro, ve lo assicuro è unico perché non ha valore. Non c’è moneta che possa ripagarlo. Quello che fate per questi ragazzi è ammirevole. Le emozioni che trasmettete, sono energia pura che valgono quanto una terapia, sono una medicina, aiutano i nostri ragazzi a superare questi periodi non proprio felici.

Il sorriso che si stampa sui volti dei nostri figli serve a noi genitori a trovare la forza per continuare a lottare al loro fianco. Serve per non mollare, non mollare MAI e sperare che un giorno tutto finisca. Per continuare a sognare un futuro migliore, per progettare la VITA che verrà.  Continuate così ragazze perché il vostro lavoro è speciale, continuate così perché i nostri figli possano anche solo per un giorno rallegrarsi e ritrovare il sorriso. Continuate così perché il vostro lavoro ci aiuta a sognare.

Continuate così …

Un caloroso abbraccione … Pr.

IMG_5252




Commenti

  1.    1 Anonimo says:

    Ciao Paolo,
    ho scoperto la tua storia tramite internet e ho subito comprato il tuo libro che ho letto tutto d’un fiato. Complimenti per la determinazione, il coraggio, la speranza e l’allegria che hai saputo trasmettere ad amici, parenti, medici, compagni di sventura e lettori.
    Da tre anni a questa parte partecipo come volontaria ad un progetto di terapia ricreativa che organizza campi per ragazzi con malattie oncoematologiche, in diverse parti del mondo. Ho conosciuto bambini e ragazzi che hanno vissuto la tua stessa esperienza e devo ammettere che la vostra testimonianza è per me un esempio importante.
    Sicuramente la lettura del tuo libro mi ha aiutato ad avvicinarmi un po’ di più alla comprensione delle difficoltà che avete dovuto affrontare.
    Grazie Paolo.
    Ti lascio il link del progetto al quale partecipo. Sarebbe bello se fossi tu, un giorno, ad andarci come volontario. Sono certa saresti capace di trasmettere un messaggio davvero importante a tutti i bambini che si trovano a dover affrontare le tue stesse sofferenze: http://www.barretstown.org

    Paola (Torino)

    Posted 30 Aprile 2011, 20:20
  2.    2 Gabriella says:

    Paolo come stai, spero bene e che tu stia segnando tanti canestri con la tua nuova monovolume. Spero di leggerti presto, un grandissimo in bocca al lupo per tutto e un saluto ai tuoi meravigliosi genitori.

    Posted 29 Marzo 2011, 13:32
  3.    3 gian paolo says:

    Caro Titan Paul, ho letto il tuo libro in 2 giorni. Mi sono appassionato alla tua vicenda perche’ recentemente anche mia moglie e’ andata a sbattere contro un tumore ( adenocarcinoma pancreatico ), purtroppo con esito “infausto” ,come dicono i medici.Ho rivissuto,leggendo le tue pagine,le vicende della chemioterapia, dei prelievi, del port che si ottura, delle trasfusioni,la trepidazione nell’attesa dei parametri ematici,il pallore dei malati,le attese per i vari controlli,i pazienti “spazientiti” che protestano per le code, il follw-up,le vicende del pronto soccorso, le speranze ( deluse), le pompe per infusione, i lavaggi, gli effetti collaterali della chemio…
    Come vedi, purtroppo per me ,sono uno che puo’ capire almeno in parte la vicenda che hai voluto raccontare.Ti prego di accettare i miei complimenti per come hai saputo affrontare la tua sfiga e spero vivamente che tu possa continuare a combatterla con successo.
    Un saluto sincero e affettuoso da Gian Paolo ( sono un Paolo anch’io! ).
    Ho 65 anni, abito a None, che e’ a 20km. da Villarbasse.

    ciao!!!

    Posted 8 Marzo 2011, 11:12
  4.    4 Gabriella says:

    Ciao Paolo, sono felice per te di questa sorpresa, torna a giocare e si sempre forte
    e ti auguro di cuore che ogni giorno che passa ti porti sempre più vicino a poter dire sono guarito. La tua forza e quella dei tuoi genitori aiuta tutti noi, ci insegna a non operderci di animo Grazie.

    Posted 19 Febbraio 2011, 08:36
  5.    5 fabio says:

    Ciao Paolo, mi chiamo Fabio e nel lontano 2004 ho fondato Make-A-Wish Italia assieme a mia moglie Sune. Anche se non ci conosciamo, avevo sentito parlare del desiderio che la nostra Associazione è riuscita ad esaudirti.
    Grazie delle tue bellissime parole, piene di affetto, che ci hanno fatto molto piacere.
    Ricevere lettere come la tua, è per noi di Make-A-Wsih la soddisfazione piu’ grande.
    Ti abbraccio forte e con tanto affetto
    Fabio

    Posted 7 Febbraio 2011, 09:31
  6.    6 nonnalu says:

    Nonnalu non è mai andata via , almeno col cuore . Che poi sia scomparsa dalla circolazione è un altro discorso . Sono sempre tanti e tali gli imprevisti della vita che a volte non si fanno cose che si vorrebbero fare senza nessuna ragione apparente , ma non si dimentica il giovane Titan – Paul di cui si continuano a seguire le ” avventure ” con trepidazione . Rallegramenti , anzi complimenti , giovane amico , sei indistruttibile come una roccia e nulla riesce a fiaccarti E complimenti ai tuoi genitori che hanno saputo trasfonderti una forza e un coraggio davvero da Titano .

    Posted 6 Febbraio 2011, 20:01
  7.    7 laura says:

    Cavoli, che bolide!!! :-) Poveri avversari…
    Aggiornateci anche sul fronte scuola…visto che il resto sembra andare molto bene!
    Un abbraccio
    laura

    Posted 31 Gennaio 2011, 18:30
  8.    8 Giacomo says:

    Seguo giornalmente il foro.. Come ben sapete.. E non vedendo notizie nuove spero e credo vada tutto x il verso giusto.. Aggiornaci Titan

    Posted 30 Gennaio 2011, 14:34